loading
Open to new opportunities

Krystel Di Pietrantonio

QC Analyst, PhD, Pfizer Italia

Download Resume

Il biodiesel come potenziale alternativa ai combustibili fossili

Negli ultimi anni si sta sviluppando una sempre più marcata tendenza all’utilizzo di sostanze rinnovabili per fronteggiare la costante deplezione dei combustibili fossili come fonte energetica. Un’importante risorsa è costituita dai “biocombustibili” ed in particolare dal biodiesel. Tale composto è analogo al gasolio ottenuto dal petrolio ma con una diversa origine, esso deriva, infatti, da sostanze naturali come oli vegetali o grassi animali. Chimicamente è ottenuto dalla transesterificazione di tali composti con alcol etilico o metilico in presenza di catalizzatori acidi o basici. I vantaggi del biodiesel sono costituiti principalmente da una ridotta emissione di particolato, idrocarburi, monossido di carbonio e biossido di zolfo e dalla quasi completa assenza di idrocarburi aromatici (come il benzene) altamente tossici per l’uomo e l’ambiente. Le principali fonti rinnovabili di partenza per la produzione del biodiesel sono oli vegetali vergini (olio di colza, di arachidi, di girasole ecc) e di scarto (oli di frittura). Recenti studi hanno dimostrato che è possibile ottenere biodiesel anche in presenza di catalizzatori derivanti da prodotti di scarto naturali come le ossa di pollo(1).

  1. Farooq, A. Ramli, A. Naeem, Renewable Energy, 76, 2015, 362e368

biodiesel